Benvenuti

L’ultimo rapporto del “Pew Research Center”, pubblicato in aprile, contiene alcuni dati statistici impressionanti. In Europa nel 1910, circa cent’anni fa, vivevano il 66,3% dei cristiani di tutto il mondo; nel 2010 erano scesi al 25,5% e nel 2050 saranno appena il 15%, mentre il 60% dei cristiani vivrà in Africa e gli USA resteranno il Paese con la più grande popolazione cristiana del mondo (262 milioni, in gran parte cattolici latini!).

Queste proiezioni scientifiche giustificano ampiamente lo sforzo dell’Istituto DiReCom di porre sempre più l’accento sulla necessità di una riconversione missionaria di tutte le strutture giuridiche, auspicata da Papa Francesco nella sua lettera apostolica “Evangelii gaudium”. Infatti, la necessità di una solida formazione accademica in prospettiva missionaria è di fondamentale importanza sia laddove la presenza numerica dei cristiani è in netta progressione, sia nelle vecchie e stanche democrazie europee. Il calo della presenza cristiana è in esse dovuto, sempre secondo il rapporto citato, in parte all’aumento di cittadini di religioni non cristiane, ma soprattutto all’abbandono del cristianesimo e al radicale declino demografico.

Ecco una ragione in più sia per completare lo studio del diritto canonico con quello del diritto comparato delle religioni, come il nostro Istituto da anni ormai propone, sia per perfezionare l’orientamento ermeneutico specifico con aumentate ore di esercizi pratici ed amministrativi atti a dimostrarne concretamente la fecondità pastorale e missionaria.

 

Prof. Dr. Libero Gerosa
Lugano, 12 aprile 2015
Festa della Divina Misericordia